Vasto. Cento studenti domani a Punta Penna per “Keep Clean and Run”

notizia-detailDomani mattina circa cento studenti delle scuole vastesiprenderanno parte a “Keep Clean and Run”.L’iniziativa, sostenuta dall’Unione Europea per promuovere azioni di sensibilizzazione sul tema del contrasto all’abbandono dei rifiuti (littering) domani farà tappa a Vasto alle ore 8:30, alla spiaggia di Punta Penna, (ingresso scalette). Prevede il coinvolgimento del Comune di Vasto, delle associazioni del territorio e degli studenti invitati a partecipare a momenti di sensibilizzazione, animazione e pulizia del territorio,

Roberto Cavallo testimonial dell’iniziativa, affiancato da altri testimonial sportivi e ambientali, percorrerà in bici strade e sentieri, compiendo azioni di pulizia dai rifiuti abbandonati.

L’assessore alle politiche ambientali e del territorio con delega alle aree protette Paola Cianci: “Siamo onorati di ospitare questa importante manifestazione sportiva eco-sostenibile dell’ European Clean Up Day 2018 utile a sensibilizzare la nostra comunità sulla tematica del littering (abbandono dei rifiuti), che fino a qualche giorno fa ha interessato proprio la spiaggia di Mottagrossa all’interno della Riserva di Punta Adercidove l’iniziativa si svolgerà. Saranno presenti dei runner-testimonial che forniranno i dati legati ai rifiuti raccolti durante il percorso. La partecipazione è importante per comprendere fino in fondo le conseguenze che determinano quei comportamenti incivili sull’ambiente e che purtroppo ancora oggi si registrano nelle aree protette. Insieme alle associazioni ambientaliste abbiamo in programma diversi interventi di pulizia a mano che interesseranno anche la Riserva di Marina di Vasto”.

“Il mondo della scuola –  ha concluso Anna Bosco assessore con delega alle Politiche scolastiche – ancora una volta si mostra sensibile a questi temi.  Ringrazio gli Istituti  Pantini-Pudente e Palizzi di Vasto che con entusiasmo aderiscono all’iniziativa di domanidedicando una mattinata per vedere da vicino la situazione nelle nostre spiagge e prendersene cura. La partecipazione degli studenti sicuramente rappresenta un esempio per tutti, considerato che queste azioni di pulizia aiutano a comprendere i comportamenti che ogni cittadino può mettere in campo per tutelare i nostri mari e le nostre spiagge”.