Vasto. Blitz dei Carabinieri del Nas, sequestrate 145 tonnellate di mangimi

NAS-CARABINIERIMaxi sequestro da parte dei Carabinieri del Nas di Pescara nel vastese e nel resto della regione. I militari dell’Arma hanno sottoposto a vincolo sanitario, in tutto l’Abruzzo, oltre 200 tonnellate di mangime per animali da carne, 145 delle quali trovate in una sola struttura, nel Vastese, per un valore complessivo di quasi 4 milioni di euro.

L’operazione rientra nell’ambito di controlli svolti su tutto il territorio nazionale dal Comando Carabinieri e hanno portato a numerose verifiche su rivendite di fitofarmaci e prodotti per la zootecnia della Regione Abruzzo.

Al vaglio dei carabinieri l’etichettatura dei fitofarmaci, le modalità di stoccaggio e custodia, la verifica delle vendite ad acquirenti qualificati, le modalità di produzione e stoccaggio dei mangimi per animali da reddito.

Quattro le attività di produzione, confezionamento e stoccaggio di mangimi zootecnici che, risultate prive di autorizzazione all’esercizio e dei requisiti igienico sanitari, strutturali e gestionali, sono state oggetto di provvedimento di sospensione emesso dall’autorità competente grazie agli elementi raccolti dai Nas in collaborazione con i Dipartimenti di Prevenzione delle varie Asl.

Nel vastese gli ispettori del Nas hanno eseguito un maxi sequestro di mangimi ad uso zootecnico. Circa 145 mila chili tra i quali granaglie, orzo, farro e favino sono stati vincolati poiché rinvenuti in locali interessati da gravi carenze strutturali ed igienico-sanitarie per i quali, l’operatore del settore, ha omesso di impiantare ed applicare idonee procedure di autocontrollo aziendale.

Il valore dei sequestri ammonta a circa 4 milioni di euro, mentre sono alcune decine di migliaia le sanzioni amministrative contestate.