Vasto. Un prelievo di cornee da un ex giocatore di Basket

Parente vittorioPrelievo di cornee nella notte nell’ospedale di Vasto, sul corpo di Vittorio Parente, l’ex giocatore di Basket morto prematuramente qualche giorno fa per un  tumore al cervello. Le cornee s ono state trasferite alla banca degli occhi di L’Aquila. L’intervento è stato eseguito da Antonino D’Ercole, anestesista e coordinatore dei trapianti a Vasto, coadiuvato dagli infermieri Barbara Mascitelli e Pasquale Brunetti. Parente,molto noto in città per i suoi trascorsi come giocatore di basket, una settimana fa aveva accusato dei disturbi che lo avevano costretto ad un ricovero nel reparto di Neurologia dove gli è stato diagnosticato un tumore al cervello.
Non è stato possibile procedere al prelievo di altri organi perché impossibile tipizzare le cellule cancerose e valutare l’integrità di fegato e reni. Per esaudire il desiderio del donatore gli unici organi utilizzabili sono risultate le cornee. Per tale circostanza, infatti, non è necessaria l’osservazione delle sei ore perché le cornee possono essere prelevate ‘a cuore fermo’, purché entro 8 ore dalla morte.