I migranti sono una mina sociale.

Foto LaPresse - Marco Alpozzi 13 02 2016 Settimo T.se ( Italia) Politica Tre migranti, Sissoko Sadjo (32anni), Somare Mando (22anni) - Mali - Segna Cheick (25anni) - Senegal - accolti nel 2014 in un progetto SPRAR nel centro Teobaldo Fenoglio di Settimo T.se, dopo due anni, hanno ricevuto il diniego alla richiesta di asilo politico in Italia- Nella foto:Sissoko Sadjo (32anni), Somare Mando (22anni) - Mali - Segna Cheick (25anni) - Senegal -  Photo LaPresse - Marco Alpozzi February 14, 2016 Collegno ( Italy) Politic Three migrants, Sissoko Sadjo (32 years), Somare Mando (22 years) - Mali - Cheick Mark (25 years) - Senegal - received in 2014 in a SPRAR project in the Teobaldo Fenoglio center - Settimo T.se - , after two years, they receive the denial to the request for political asylum in Italy In the pic: Sissoko Sadjo (32anni), Somare Mando (22anni) - Mali - Segna Cheick (25anni) - Senegal -
Foto LaPresse –

Berlusconi: i migranti illegali sono una bomba sociale. 600.000 vanno rimpatriati. Commento: Il FUCO non mi è mai piaciuto e continua a non piacermi, ma sulla questione migranti illegali come ‘bomba sociale’ ha perfettamente ragione. L’Italia, in un mondo in piena esplosione demografica, è condannata a diventare un paese d’immigrazione. Ma lo si faccia in modo giudizioso e legale. Si stabilisca una quota annuale e si scelgano i futuri immigrati secondo i bisogni dell’economia italiana con tutti i crismi della legalità. Solo così l’integrazione diventerà possibile. Esattamente come fanno paesi d’immigrazione come il Canada o l’Australia. Il rimpatrio forzato dei migranti illegali è una necessità sociale per evitare una guerra tra poveri e per iniziare una politica immigratoria legale, controllata e controllabile. E se il prossimo governo italiano ha la volontà politica di farlo, si potrà fare. Senza scadere pertanto nella facile accusa di razzismo, anzi per evitare il nascente razzismo già presente nella società italiana.

Filippo Salvatore