Emodinamica: una figura di…popò.

silvio PaolucciSmentite le affermazioni di Regione Abruzzo, Asl e Comune di Vasto

Appena ieri con toni trionfalistici il Comune di Vasto diramava il seguente comunicato stampa, di cui riportiamo le parti salienti.

“ACCORDO DI CONFINE CON IL MOLISE

Un “patto” tra regioni per dare ai cittadini più garanzie di salute. E’ questo il senso dei contenuti dell’accordo di confine tra Abruzzo e Molise presentato questa mattina all’Ospedale “San Pio” di Vasto. Erano presenti l’Assessore regionale Silvio Paolucci, il Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Pasquale Flacco, il sindaco di Vasto Francesco Menna e Angelo Muraglia, che in qualità di Direttore della Direzione Sanità aveva curato l’iter e i contatti con il Molise. Secondo i parametri ministeriali, infatti, è possibile garantire adeguati standard di sicurezza e qualità delle procedure di emodinamica solo se riferite a un ambito di 300 mila abitanti, non raggiungibile dal solo territorio Vastese. L’ampliamento dei confini, invece, incrementa la popolazione di riferimento, e rende possibile una realizzazione di cui si discute da anni, e che sembrava un obiettivo irraggiungibile a causa dei vincoli normativi. Il documento, già condiviso nei contenuti e che a breve sarà sottoscritto dai rappresentanti dei due Governi regionali, sancisce una integrazione tra i servizi sanitari dell’Abruzzo e del Molise, soprattutto nell’area dell’emergenza: in particolare l’ospedale di Vasto che nelle dodici ore notturne servirà un bacino di utenza assai ampio, compreso nelle due regioni. … I termini della sinergia saranno poi meglio declinati nei protocolli operativi stilati dalla Asl Lanciano Vasto Chieti e dall’Azienda Sanitaria Sanitaria del Molise… Le ricadute dell’accordo sulla crescita dell’ospedale di Vasto sono state messe in luce dall’assessore, il quale non ha mancato di sottolineare come l’emodinamica sia stata rappresentata da molti come una scommessa persa: “Ho sempre creduto nella necessità di individuare strade realmente praticabili – ha detto Paolucci – e solo un accordo con il Molise ci avrebbe aperto la reale possibilità di attivare l’emodinamica” .

A DISTANZA DI POCHE ORE SOLTANTO  GIUNGEVA PERÒ LA SMENTITA DA PARTE DELL’UNITÀ DI CARDIOLOGIA DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI TERMOLI

Con una nota inviata ad una testata giornalistica locale i responsabili della struttura sanitaria hanno tenuto infatti a precisare che alcune informazioni fornite nel corso della conferenza stampa sono errate e che soprattutto non corrisponde al vero la dichiarazione secondo cui “l’emodinamica di Termoli è stata chiusa e il Pronto soccorso funziona h12”.

UN MODO PER DIRE CH’È TUTTO ANCORA DA DEFINIRE QUESTO STROMBAZZATO ACCORDO E CHE LE DICHIARAZIONI RESE SONO SOLTANTO UN PROCLAMA ELETTORALE.