Vasto. Il Cementificio non deve diventare un pretesto per far campagna elettorale.

 

Punta Penna industrie

L’argomento del Cementificio continua a tenere banco sulle cronache locali. Nella giornata di ieri si è riunito, convocato in tutta fretta dal vice sindaco Paola Cianci, il Tavolo sull’Ambiente che ha reso noto un documento nel quale si chiede con toni da diktat al Sindaco la revoca in autotutela del parere favorevole rilasciato dal dirigente della sezione Urbanistica; la revisione degli strumenti di pianificazione al fine di evitare nuove industrie impattanti a Punta Penna; un incontro tecnico per affrontare la questione relativa alla qualità dell’aria nella stessa zona e, infine, l’invito imperioso all’Amministrazione comunale a partecipare alle manifestazioni di protesta programmate dagli ambientalisti e simil tali.

L’attenzione insomma cresce ma evidenzia, nel crescendo rossiniano che s’ode sempre più marcato, la spaccatura nella maggioranza su questo argomento ed ancor più la volontà di fare di esso un motivo di attacco al Pd da parte della frazione di Liberi e Uniti (il partito di Grasso, D’Alema e Bersani di cui la Cianci fa parte) in vista dell’ormai prossima campagna elettorale. Un pretesto, che seppur giustificato dagli atteggiamenti “pedestri” assunti dal sindaco, non giustifica nemmeno quelli degli oppositori., i quali rivestendo cariche di peso all’interno dell’ Amministrazione avrebbero ben altri mezzi per far valere le loro ragioni e per ostacolare un provvedimento che si trova ancora agli inizi del suo iter approvativo. Buon senso ed amore per la Città consiglierebbero a questo punto di rinviare ogni decisione ed anche ogni manifestazione che a dopo le elezioni quando si saranno sopite le passioni e nessuno potrà onestamente pensare che tutto questo chiasso sarebbe soltanto funzionale a raccattar qualche voto. Consiglio che passiamo disinteressatamente a quanti sono scesi in campo in questa circostanza, ai partiti, agli amministratori, agli ambientalisti, alle Dolores Ibarruri in salsa nostrana.

P.T.