Sulla nomina al Parco della Majella una nota di Michele Ianniello

Michele Ianniello

In relazione all’articolo apparso ieri su queste colonne dal titolo Michele Ianniello alla guida del Parco della Majella riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota che segue inviataci dallo stesso Michele Ianniello.

Caro direttore,

Ho letto l’articolo di QuiQuotidiano sulla mia possibile nomina al Parco della Majella. Capisco e non mi scandalizza il gossip politico, ma non ti nascondo che mi spiace leggere la descrizione delle mie eventuali competenze e del mio “rapporto di collaborazione” con Federica Chiavaroli. Il mio lavoro non è di segretario, portaborse o assistente parlamentare della senatrice, ma di mera collaborazione in virtù d’una amicizia che dura da tanti anni. Il mio lavoro è un altro ed è sempre lo stesso da 12 anni. Sono infatti titolare di una studio di consulenza aziendale, il Consulnet, grazie al quale, grazie a Dio, traggo di che vivere autonomamente. Sulla mia supposta  incompetenza in materia di ecologica, mi permetto soltanto di dire che nel mio curriculum vitae figura in verità un Master in Consulente Aziendale Ecolabel per servizi turistici,  primo nel punteggio finale e con conseguente iscrizione nel registro nazionale per consulenti Ecolabel presso l’Ispra (Istituto Superiore per la prevenzione e la Ricerca Ambientale). Un caro saluto. Michele

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: