Sacchetti al mercato. Chi c’è dietro oltre l’Europa?

renzi-arrabbiatoRiguardo alla tassa sui sacchetti di plastica biodegradabili per grutta e verdura abbiamo gia scritto ipotizzandone le ragioni e gli interessi ad essa sottesi. Ci viene però adesso in soccorso Dagospia, il famosissimo blog di D’Agostino, che si esprime in maniera più documentata individuando nella NOVAMONT di Novara che produce i bio-sacchetti, la beneficiaria di questo insacchettamento obbligatorio ed a pagamento. Sostiene Dagospia infatti che la manager di questa ditta risulta essere Catia Bastioli molto vicina a Renzi, che ha anche partecipato nel 2011 alla seconda edizione della Leopolda, l’assemblea nazionale degli amici  di Renzi che si riunisce di tanto in tanto a Firenze a sostegno del segretario del Pd. Non soltanto Europa, dunque, tra i motivi che hanno indotto il governo ad imporre questa iniqua misura ma forse anche ragioni molto più semplici di quanto si possa immaginare.