Vasto. E mò chiude pure Otorinolaringoiatrìa ?

otorinolaringoiatra-800x533Dal 1 gennaio 2018 nel reparto Otorinolaringoiatria del nostro ospedale saranno molto probabilmente sospese le prescrizioni delle protesi acustiche e le fibroscopie delle prime vie aeree e ridotte alle sole urgenze le attività ambulatoriali.

La notizia sembra essere attendibile in quanto è legata alla grave carenza dello strumentario di base in dotazione all’Unità Operativa Complessa (UOC) diretta dal dott. Roberto Buzzelli.

In particolare risulterebbe (ma il condizionale sembra essere in questo caso quanto mai inappropriato)

-che l’unico audiometro in dotazione funzioni solo a metà;

-che l‘impedenzometro sia praticamente fuori uso e

– che la stessa Cabina Silente neppure sia più a norma.

Se le apparecchiature non saranno perciò sostituite, come i sanitari hanno a quanto pare ripetutamente richiesto invano, vi sarà il blocco delle attività più importanti del reparto ORL.

Sempre peggio, insomma, nel nostro ospedale, mentre di converso altrove si investono soldi e personale.

Sempre peggio, anche se la Regione e la Direzione aziendale fanno finta di niente ed assicurano che tout va tres bien madame la Marquise; che tutto funziona a meraviglia e che le tante lamentele che si sentono sono soltanto volgarissime strumentalizzazioni politiche. (Sic!)

Il recente comunicato diffuso dal Pd all’indomani della nascita del Comitato per la tutela dell’ospedale San Pio così diceva.

P.T.