Teramo. Sciolto il consiglio comunale

duomo-teramoSciolto il consiglio comunale di Teramo è sciolto. Diciotto consiglieri comunali, 11 dell’opposizione e 7 di Futuro In e Civica Al Centro per Teramo hanno presentato le dimissioni dinanzi al vicesegretario generale del Comune, Fulvio Cupaiolo, determinando così il venir meno del numero minimo di componenti per l’attività amministrativa.
Alla firma mancavano i soli consiglieri Paola Cardelli, indipendente, e Milton Di Sabatino, presidente del consiglio comunale. Amareggiato, il sindaco Maurizio Brucchi ha affidato alla sua pagina Facebook questo commento sull’accaduto: “Da qualche ora non sono più Sindaco della Città di Teramo. Dopo otto lunghi anni finisce l’impegno per la mia città, impegno forte, onesto, serio, sempre nell’interesse del territorio. Finisce nel modo in cui non avrei ma pensato potesse finire: con un tradimento. Esco a testa alta consapevole di aver fatto tutto quello che era nelle mie possibilità per onorare il mandato datomi dai cittadini che ringrazio tutti per avermi supportato ed anche per avermi criticato. La cosa più difficile è stato spiegare a mio figlio Filippo perché il suo papà non è più Sindaco”.