Grasso si dimette dal Pd

Pietro-Grasso (Senato)Il Presidente del Senato Pietro Grasso si dimette da senatore del PD e si iscrive al gruppo misto.

‘Un tempo, esisteva l’appoggio esterno ai Governi. Adesso c’è l’appoggio fantasma: un neologismo tartufesco coniato appositamente per noi, perché sanno anche i sassi che qui dentro non c’è mai stata una vera maggioranza politica con la quale tutti devono fare i conti. Ma questo teatrino degli equivoci, questo gioco ipocrita ha fatto comodo un po’ a tutti’.(dal discorso di D. Verdini oggi al Senato). Stiamo vivendo da sette decenni in una DEMOCRATURA dove dettano legge gli interessi di tanti partitini. L’approvazione della nuova legge elettorale, il Rosatellum, è l’ennesima conferma del trasformismo gattopardesco insito nel sistema politico italiano.

Le dimissioni da senatore del PD di Grasso avvalorano questo principio. L’Italia resta un paese ingovernabile, fragile, facilmente ricattabile dagli speculatori economici internazionali.

I peggiori nemici dell’Italia sono i suoi politici. A niente servirà il teatrino delle elezioni. I risultati sono già scontati.

Filippo Salvatore