Vasto. Quel muro a Vignola. Un richiamo del gen. Santini

sa
Il gen. Antonio Santini ci porta con una breve nota a conoscenza  di aver inviato tempo fa al sindaco all’indirizzo indicato sul sito ufficiale del Comune, una segnalazione rimasta senza alcun cenno di riscontro nonostante ripetute sollecitazioni. Nella nota riferisce di aver richiamato l’attenzione del primo cittadino sulla necessità di risistemare un muro di contenimento/recinzione prossimo a crollare nel tratto della spiaggia di Vignola, tra la Grotta del Saraceno e Villa Vignola. Santini aggiunge che il manufatto costituisce un pericolo per i residenti e per i bagnanti  e andrebbe risistemato p piu presto. Alla sollecitazione lo scrivente ha ritenuto tuttavia di accompagnare la raccomandazione di evitare che per far fronte all’emergenza segnalata si ricorra alla realizzazione di una barriera frangiflutti in corrispondenza di quel tratto di litorale, risultando questa ipotesi una soluzione peggiore del male. Perchè sarebbe enormemente costosa per le finanze pubbliche ma soprattutto perché avrebbe l’effetto di provocare danni agli altri proprietari dei terreni confinanti che non hanno mai pensato di costruire muri lasciando la spiaggia al libero godimento dei cittadini.