Gli Usa e la visione bipolare che non esiste più

il-popular-trump-e-la-progressista-hillaryNel suo discorso all’ONU oggi 19 settembre 2017 il Presidente americano Donald J. Trump ha ribadito il concetto della priorità degli interessi nazionali e la centralità del ruolo degli USA nella politica internazionale Trump ha individuato gli stati canaglia ( Corea del Nord, Iran, Siria, Venezuela) contro i quali è disposto ad usare la forza, quella nucleare addirittura contro la Corea del Nord. Scontata e prevedibile la sua condanna del terrorismo islamico e la difesa dello stato d’Israele. Discorso dicotomico, bipolare ( USA/ resto del mondo) in un mondo multi-polare ormai con altri giocatori di primo piano (Cina, Russia, Unione Europea). È questo il punto debole del suo discorso. Riusciranno gli USA a svolgere di nuovo il ruolo di sceriffo a livello mondiale?Non credo. Discorso franco, addirittura brutale nella critica all’Inefficienza dell’ONU, scevro dai ghirigori idealistici con i quali Barack Obama o la Clinton avrebbero ammantato una logica simile a quella espressa da D.J.Trump.

Filippo Salvatore