Le navi pagate dai banchieri

1477296205375_1477296220.jpg--l_invasione_non_si_ferma__altri_4_000_clandestini_traghettati_nei_porti_italianiUna flotta di 22 navi pagate dall’Europa e dall’internazionale dei banchieri in arrivo nei porti italiani. Battono bandiere tedesche, svedesi, francesi, olandesi, caraibiche. Sono state noleggiate dalle ONG che sono in rapporti di collaborazione e affari con i negrieri libici. Il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, per aver alzato il sipario delle menzogne e degli affari fu linciato anche in parlamento dagli stessi che ora affermano che la misura è colma. Si è arrivati al punto che le navi dei trafficanti hanno imbarcato in Marocco 4000 clandestini e invece di sbarcarli nei porti spagnoli a poche miglia di distanza li hanno trasportati in Italia. Anche i clandestini del Bangladesh arrivano in Italia, pur essendo imbarcati a migliaia di miglia, nei porti dell’Oceano indiano. Con le 22 navi arriveranno 12.000 clandestini provenienti dall’Africa, ma anche dall’Oriente. L’Italia si trova in una situazione di emergenza nazionale per colpa dei governanti. L’Europa col nostro consenso ha deciso di utilizzare i porti italiani come approdo delle masse di clandestini che si ammassano sulle coste libiche. I rifugiati dalle guerre sono una infima minoranza. Per capire quali sono le forze che si muovono dietro questa invasione basta ricordare che il giorno dopo l’atto di accusa del procuratore di Catania si precipitò il turbofinanziere #Soros dagli Stati Uniti. È appena giunto in aeroporto fu ricevuto dal premier Gentiloni a Palazzo Chigi. Soros a nome dei suoi colleghi americani e inglesi ricordò al governo italiano gli impegni segreti presi dal nostro Paese per far sommergere l’Europa dai clandestini. Ma gli impegni furono presi 4 anni fa, quando i populisti non avevano l’attuale ascolto e seguito in Europa. Così il massone e truffatore #Macron, eletto dal 15% dei francesi con diritto al voto, ha smentito se stesso. Solidarietà a chiacchiere. Ma rimpatrio immediato di 200 clandestini che da Ventimiglia erano riusciti a passare in Francia. Gerard Collomb, ministro degli interni francese definisce la presenza di immigrati un ascesso pieno di pus. Che poi sarebbero gli uomini, le donne i bambini che cercano di stabilirsi in Francia. Per non parlare della Merkel sempre comprensiva. Ma a parole. Per sputtanarli tutti Il ministro Minniti deve chiudere i nostri porti e costringere le navi delle ONG a sbarcare i migranti nei porti dei Paesi da cui provengono. Abbiamo un’arma formidabile. Se la usiamo finisce la commedia in cui hanno stabilito che l’Italia è il Pantalone che paga, offre ospitalità, e spende i soldi negati ai disoccupati che si danno fuoco per la disperazione.

Emiddio Novi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: