Vasto.Il sito del Comune senza informazioni per i turisti

comune-vastoAnno 2017, ultimi giorni di giugno, estate inoltrata. RAI 1 manda in onda una puntata dedicata a Vasto, definendola “città turistica del territorio”. Migliaia di spettatori seguono la diretta, alcuni di loro rimangono ammaliati dal fascino di una terra dalla storia antica, una terra ricca di sapori e profumi genuini, con a poca distanza una delle migliori coste dell’Adriatico.  Buona parte di loro decide di informarsi a riguardo. Nel 2017 Internet mette a disposizione una marea di siti ricchi di informazioni. Un turista si è convinto e ha deciso di voler passare qui una settimana di vacanza: apre il computer, e comincia a cercare. Il primo risultato che si trova davanti è ovviamente il Sito ufficiale della Città del Vasto. Convinto di aver trovato il sito giusto prova a cercare in un menù con circa 40 voci le informazioni sul programma estivo della città, ma, a causa della complicata veste grafica impiega molto tempo a trovare qualcosa. Dopo qualche minuto trova finalmente in un angolo in basso a destra (quasi nascosto) la sezione chiamata “Turismo”. Dopo aver tirato un sospiro di sollievo clicca sulla voce del menù, attende qualche istante e si ritrova sommerso in una grande quantità di nomi e date, davanti ai suoi occhi ha una pagina simile a quella di un libro di storia. Tutto questo da un lato è positivo, è molto utile far conoscere la propria storia, tuttavia, l’idea di città turistica del territorio sembra molto lontana dato che, gli eventi, anche se organizzati con cura, non vengono pubblicizzati sul sito Istituzionale (forse anche da sistemare in termini di grafica e semplicità d’uso… ndr). L’estate è iniziata, e al posto di sfruttare tutti i mezzi possibili (sito web, social network ecc…) per pubblicizzare il nostro territorio questo è il biglietto da visita che offriamo, ovvero un sito aggiornato pochissime volte al mese e senza le informazioni utili per un turista (calendario estivo, numeri utili, luoghi da visitare ecc..) … cosa aspettiamo a darci una svegliata?

L.Scampoli (ilVasto) http://ilvasto.altervista.org/