Vasto. Giovane immigrato trovato cadavere sulla strada

Migranti tunisini alla stazione ferroviaria di Ventimiglia (Imperia), questo pomeriggio 30 marzo 2011. A piedi, lungo la ferrovia o attraverso le spiagge, persino in taxi: gli immigrati tunisini fermi a Ventimiglia cercano di raggiungere la Francia con ogni mezzo. Alcuni ce la fanno ma la maggior parte continua a sbattere contro il 'muro' alzato dalla polizia francese, che appena al di la' del confine ha piazzato i furgoni con cui riportare indietro gli stranieri. ANSA/LUCA ZENNARO
  Un ragazzo di colore originario del Gambia di 19 anni ospitato nel centro di accoglienza di Villa Selvotta, uno dei tanti affidati al Consorzio Matrix,  presso la stazione ferroviaria di Vasto-San Salvo, è stato rinvenuto senza vita  sul ciglio della strada intorno allo scalo ferroviario. Probabilmente è morto cadendo dalla bicicletta dopo aver battuto la  testa  contro una barriera di cemento armato. Secondo una prima ricostruzione da parte degli inquirenti l’incidente è avvenuto stamani intorno alle 5.

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: