Poi uno dice che “non capisce” …

VST M_lungomare Cordella-00Ancora una divagazione ‘oculata’ e ben precisa de “lu Mazmarèlle”.

Poi uno dice che “non capisce” … E, difatti, malgrado sia io “ ’nu mazzmarèlle”, che supplisce alla propria non eccelsa intelligenza e sapienza con buona vista e schiettezza, esplicitato con spiritello ridanciano e un tantino caustico, nel caso che qui vi dico, anche dopo qualche giorno, ancora vado interrogandomi su quel che ho visto, senza sapermi dare una possibile spiegazione. Può essere  che – mi son detto – se lo pubblicizzi, qualcuno si prenderà la briga di chiarire. Non ci credo, ma avrei veramente curiosità di leggere con quali pretestuosi argomenti l’anomala faccenda sia giustificata da “chi di dovere”.

La settimana sorsa, di buon mattino, alla Marina, trovandomi in fondo al lungomare Cordella per gustarmi l’incanto dell’alba sul mare, a La Bagnante, tornando in strada sono stato attratto dal rumore del noto attrezzo meccanizzato della N.U. che, con le sue spazzole rotanti e turbo aspiranti, spazza e porta via quel che trova sul suo passaggio. Utile, efficace …? Non sto qui a dirlo. Di certo c’è chi, considerata l’ora mattutina in cui opera, lo ritiene un chiaro disturbo della “quiete pubblica”, poiché dà la sveglia  anche a chi vorrebbe beneficiare ancora di qualche ora di sonno. Ma tant’é.

Tornando al fatto che qui narro, quella mattina la detta spazzatrice stradale l’ho osservata nelle sue ormai note giravolte, varie e talvolta non poco fantasiose. Poi l’ho vista prendere dritto per dritto il marciapiede del sopraddetto lungomare e allontanarsi. Bene – ho pensato – almeno quella fascia pavimentata sarà stata spazzata… Ma poi, facendo lo stesso percorso dello spazzino tecnologico, guardando lì nei pressi, lo sguardo è andato ai cumuli di sabbia che per il vento, nei mesi scorsi, si sono formati nei pressi dei sedili in pietra e delle palme, e che la squadra degli operai fiancheggiatori del detto mezzo hanno bellamente trascurato, quella mattina e ovviamente nei giorni prima.
VST M_lungomare Cordella-03VST M_lungomare Cordella-01VST M_lungomare Cordella-02
E’ cosa normale, sensata? Tutto ha una motivazione e può essere spiegato, ma m’è parso curioso e cervellotico che da un lato ci si preoccupi di aspirare un po’ di polvere e qualche cartuccella sparsa, allo stesso tempo e nello stesso luogo, lasciare con indifferenza i detti cumuli di sabbia dove chi passeggia, può aver bisogno o piacere di sedersi.  Va da sé, dunque, che sia da considerare irrazionale ed effettuata con i paraocchi una tale … macchinosa ma deficitaria ‘spazzatura’ del luogo.
Certo, come accade in ogni ufficio pubblico che [non]si rispetti, quella squadra potrà dire che mettere mano, con una pala e una cariola, per raccogliere la sabbia e riporla semplicemente sull’attiguo arenile non fosse “compito loro”. Che altri provvederanno, … che magari, per questa particolare operazione, la Giunta comunale dovrà “deliberare in merito” e che il pool di assessori cui il compito è demandato devono ancora coordinarsi …
Sarà …. Però, al cittadino, di conseguenza “la domanda sorge spontanea”:
Quando l’amministrazione comunale considera “aperta” la stagione turistico-balneare, per la quale “tutto deve essere messo e tenuto nel maggior decoro possibile”!? Questione a Vasto annosa e mai chiarita, per questa, come per tante altre cose.

Certamente nulla può dirci a tal proposito lo scarso, scarno e … pauperistico Programma estivo 2017.
Umana gente vastarola, … quasse è, e più non dimandiamo! Oppure, è vero il contrario?

(lu M)