Vasto,turismo e salute.

psycologyDa oltre 20 anni l’ ASL Vasto-Lanciano-Chieti dispone, nella città di Vasto e più precisamente nel reparto Dialisi dell’ospedale San Pio, un servizio di Dialisi estiva a tutto vantaggio dei turisti, degli esercenti locali che beneficiano dei turisti e della ASL. Tale servizio è attivo tre giorni a settimana e copre tutta la stagione estiva. Ciò ha sempre costituito un gran vantaggio per tutti i pazienti in cerca di una vacanza al mare, molti di loro addirittura vengono a Vasto in vacanza da decenni, portandosi dietro parenti e amici da ogni parte d’Italia. Negli ultimi anni si è notata qualche riduzione del servizio nel numero di pazienti accettati, i quali iniziano a mandare le richieste addirittura dal mese di Dicembre per la stagione estiva e vengono chiamati e confermati solo a fine giugno. Il personale si ridimensiona ogni anno e ogni anno per forza di cose il numero di pazienti accolti scende. Le implicazioni psicologiche di un dializzato sono tante e contemplano vissuti di perdita di autonomia e dipendenza da una macchina e dai familiari, perdita di ruoli sociali,  mancata soddisfazione dei loro istinti, difficoltà di programmare il futuro, ansia e paura per il domani e timore della morte. Ciò che viene modificata è appunto la quotidianità, il loro concetto di “normalità”, per cui la terapia diviene un’attività di vita normale e necessaria alla sopravvivenza e tutte le attività sociali, lavorative, familiari e di affetti vengono a modificarsi e a dover ruotare intorno ad appuntamenti fissi e improrogabili. Nei pazienti dializzati il disagio psicologico viene spesso sottovalutato, e non si considera abbastanza invalidante e psicologicamente stressante il fatto che siano per almeno quattro ore al giorno, un giorno si e uno no inchiodati ad una macchina che depura il loro sangue. L’ansia è un aspetto cruciale che li accompagna, contribuisce a sentimenti negativi e svalutativi e riduce la loro qualità della vita. Ora senza entrare nel dettaglio vorrei chiarire che nei loro vissuti psicologici di disagio, paura, frustrazione e incertezza per il domani non c’è spazio per ulteriore incertezza e che un reparto di eccellenza e operatori, medici e infermieri altamente qualificati che operano in modo competente contribuiscono ad alleviare seppur in minima parte il peso di una dipendenza. L’ospedale di Vasto può aiutare queste persone a vivere a pieno e nel miglior modo possibile l’ occasione di una vacanza, lontani dalla solita routine, che li aiuti a distrarsi dai problemi con paesaggi e spiagge meravigliose, perché possiede oltre alle strutture anche personale volenteroso e con un adeguato addestramento. Il paziente dializzato oltre alle cure necessarie e al supporto psicologico può decisamente beneficiare del clima sano e dall’atmosfera tranquilla e rilassante della nostra città. In conclusione speriamo che l’ ASL di Vasto-Lanciano-Chieti continui ad appoggiare questo progetto di Dialisi estive del San Pio di Vasto o che addirittura lo potenzi per permettere alla nostra bella cittadina di accogliere un numero sempre maggiore di turisti fornendo un servizio utile e necessario a molte persone.

Dott.ssa Adelaide La Verghetta