Vasto: Si è disputata il 24 maggio la semifinale di calciotto fra Vastese 85/86 e Manchester United di Francavilla.

palloAlle ore 20:00 di mercoledì 24 maggio, presso l’antistadio di Francavilla, si sono presentate le squadre Vastese 85/86 e Manchester United di Francavilla, per disputare la semifinale di una partita di calciotto. Il risultato è stato di 2 ad 1 per i padroni di casa ma non è questo l’importante. Vi voglio parlare di questa bellissima iniziativa fortemente voluta da Fabrizio Gattella in onore di Vincenzo Mileno per il quale penso che non ci sia bisogno di ricordare chi sia.Per i pochi però che non lo conoscessero dico che lui è stato l’allenatore degli allievi e dei giovanissimi 72/73 della vastese. Sono gli stessi ragazzi di allora, con qualche anno in più ma con la stessa passione e determinazione che li spingeva a correre dapprima dietro al pallone e poi a tentare di eseguire schemi, quelli che hanno immediatamente accettato di rispondere alla chiamata di Fabrizio. Si sono spesi a giocare con la stessa voglia di vincere proprio pensando al loro “Mister”, sono arrivati a disputare la semifinale perdendo ma ricevendo complimenti da parte degli arbitri ed hanno vinto la Coppa Fair Play ( gioco leale per aver rispettato le regole ed i rapporti con gli altri giocatori )e la Coppa Disciplina. La squadra era composta da giocatori che hanno militato anche in serie superiori ma che sono rimasti umili a tal punto da voler ricordare colui che ha permesso loro di imparare non solo la tecnica del gioco ma anche il comportamento in campo. Spero che questa cosa sarà riproposta e magari copiata da qualcun’altro. La finale si svolgerà domenica prossima 28 maggio sempre presso l’antistadio francavillese. Dimenticavo: i ragazzi ( chiamiamoli così anche se tutti hanno intorno ai quarant’anni) si sono tassati per affrontare le spese dei vari viaggi. Allora mi rimane solo un’ultima cosa da dire: complimenti a Fabrizio Gattella e complimenti ai giocatori che mi hanno detto di non citarli perchè per loro è stata un’avventura corale e non del singolo.
 
Anna Maria Orsini