Vasto. Bridges Across Cultures: convegno internazionale del Centro Studi Rossettiani

tumSotto il patrocinio del Comune di Vasto e in collaborazione con il Centro Europeo di Studi Rossettiani, il Convegno offrirà una sede internazionale di confronto e formazione nonché un’opportunità per studenti e insegnanti professionisti delle scienze umanistiche di confrontarsi sui più recenti indirizzi di studio interagendo con membri interni ed esterni alle proprie specifiche discipline.

Le giornate di studio vedranno la partecipazione di eminenti ricercatori provenienti da più paesi di tutto il mondo: Messico, Pakistan, Italia, Stati Uniti, Grecia, Canada, solo per citarne alcuni. Una fruttuosa
occasione di confronto per creare ponti culturali, per rivendicare l’universalità della cultura in tempi in cui si tende alla settorializzazione e alla chiusura, in cui ci si arrocca sulla propria torre d’avorio senza scrutare l’orizzonte più prossimo. L’approccio di questo Convegno Internazionale vuole ribadire il naturale flusso di correnti, tendenze e idee tra la storia e l’arte, la letteratura e il cinema, il teatro e l’antropologia culturale in una osmosi di linguaggi, storie, prospettive. Nella convinzione che tutto il sapere sia magmatico e rifluisca secondo l’agire temporale e spaziale, assecondando le inclinazioni umane e la formazione culturale di base. Il Comitato Scientifico e organizzatore di BridgesAcrossCultures, che fa capo al Washington & Jefferson College dello stato della Pennsylvania, ha selezionato Vasto come città d’elezione perquesta terza edizione del Convegno superando la concorrenza di altre città italiane in nome della sua bellezza paesaggistica e delle attrattive culturali.

“Vasto– ha dichiarato il Professor HJ Manzari di Washington&Jefferson – tanto nel passato quanto nel presente ha dimostrato di poter essere all’altezza di raccogliere questa sfida in cui l’obiettivo comune rimane quello di rompere i muri e le barriere della conoscenza costruire ponti interculturali che aprano al futuro”.

A coronamento delle giornate del Convegno, gli studiosi avranno il piacere e l’onore di visitare alcuni tra i luoghi più significativi della terra d’Abruzzo tra la Costa dei Trabocchi e la Majella.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: