Vasto. 26 studenti spagnoli ricevono il diploma in Spagna.

PROFES CON DIPLOMA

Ventisei studenti provenienti da diversi Istituti Professionali spagnoli hanno ricevuto pochi giorni fa a Madrid il diploma di formazione professionale, traguardo reso possibile anche grazie al tirocinio svoltosi a Vasto nello scorso mese di settembre 2016.

Infatti con il programma della UE “Erasmus+” 26 studenti spagnoli del corso di specializzazione professionale “Aiuto infermerie e operatore socio-sanitario”, hanno avuto la possibilità di svolgere il loro tirocinio formativo presso la FONDAZIONE PADRE MILENO ALBERTO, storica realtà del settore socio-sanitario in Abruzzo, nell’ambito del progetto “Europa: Accion Social en la Formacion Professional 2016”.

Promotore di questo progetto è stato AIDEJOVEN (una Onlus che si occupa di formazione professionale a Madrid) in collaborazione con la Società POLARIS Formazione di Vasto; il progetto ha permesso agli studenti degli Istituti IES SALVOR ALLENDE, IES HUMANEJOS, IES JAIME FERRAN CLÚA, IES LEONARDO DA VINCI, IES JIMENA MENÉNDEZ PIDAL di vivere questa meravigliosa esperienza di formazione, lavoro e cittadinanza europea.

Studenti e insegnanti, oramai ritornati nelle proprie scuole, ancora oggi condividono i risultati e l’entusiasmo di questa loro esperienza nel blog online realizzato dai promotori (https://consoriomovilidadaccionsocialeuropafp.wordpress.com/) Nei loro post e nei materiali condivisi sulla pagina web sottolineano non solo l’importanza che ha avuto per loro la scoperta di un’altra cultura, che già sentivano molto vicina, ma soprattutto l’importanza di condividere nuove e diverse metodologie professionali, percorsi formativi, tecniche sanitarie.

Sottolineano, insomma, la grande opportunità offerta dal programma Erasmus+: non solo vivere una esperienza pratica di lavoro per professionalizzarsi ma anche imparare altre lingue, confrontarsi con altre culture e arricchirsi con nuove amicizie. Tutta questa passione e questi risultati positivi hanno portato AIDEJOVEN e POLARIS  a rimettersi immediatamente a lavoro su nuove opportunità da offrire ai ragazzi delle proprie città, proseguendo nella proficua collaborazione che li vede ormai partner già dal 2015, per poterli veder crescere professionalmente e arricchirsi umanamente.