Auguri, Alessandro

Roma, 25 di aprile del 2017

Dalla vita pubblica, lercia quanto trionfalistica senza fondata ragione, dalla vita politica tronfia ma penosa, da quella della comunità sociale dei popoli condotta con tante e diverse pene, alla  famiglia, “pietra d’angolo”, come Dio e natura vuole, del sodale focolare domestico.

Ale 38 (2017)

Oggi Alessandro, mio figlio, compie 38 anni.
Assieme a Rosalba, mia sposa e sua genitrice, brindo a lui, fondamento e speranza per eredità di affetto e di pensiero, sola certezza di prosecuzione organica e noumenica. L’unica speranza che mi è data per lui è il confidare nel tocco e afflato di grazia provvidente del Padre nostro che è nei cieli.

Giuseppe F. Pollutri

MySistine_Chapel-2017