Difesa della costa. Dalla Regione l’ennesima presa in giro.

11211_282_Parco-Costa-Teatina

La Giunta regionale d’Abruzzo ha approvato una delibera per finanziare interventi urgenti per la difesa della costa nei Comuni di Vasto, Casalbordino, Fossacesia, Rocca San Giovanni, Ortona (Chieti), Pescara, Montesilvano (Pescara), Roseto degli Abruzzi, Martinsicuro, Silvi (Teramo). Gli interventi, definiti indifferibili e urgenti, dovrebbero servire a contrastare il fenomeno erosivo generalizzato, ripristinare le condizioni di massima sicurezza ed eliminare potenziali rischi per la pubblica e privata incolumità. La cifra complessiva impegnata e annunciata con tutta l’enfasi di cui è capace il presidente della Regione, Luciano D’Alfonso, ammonta a 670 mila euro, ma così ripartita: 50 mila euro ciascuno a Vasto, Fossacesia, Montesilvano, Rocca San Giovanni, Silvi e Ortona, 100 mila euro a Casalbordino, 60 mila a Roseto degli Abruzzi e a Martinsicuro, 150 mila a Pescara. Considerata la scarsità delle somme stanziate per ciascuno di questi comuni vien da dire che si tratta dell’ennesima presa in giro di sapore propagandistico, com’è nello stile ormai ben noto del Lucianone regionale. Con 50,000 euro si farà a mala pena in  tempo ad armare un cantiere e nulla di più, a beneficio più delle imprese affidatarie che dell’ambiente e dei cittadini. Così vanno le cose.