Vasto. Scassinato Lu Furnarìlle. Centro storico allo sbando.

furCentro storico allo sbando, terra di nessuno, dove le poche attività economiche rimaste sono oggetto di attacchi teppistici e delinquenziali. Il quadro è questo da almeno una decina d’anni e non muta nonostante gli appelli ed i richiami accorati dei cittadini che si ostinano a viverci e di quelli che non si rassegnano a vedere tanto degrado nella zona più bella della città,  quella che ne rappresenta l’identità e l’anima. Stanotte, alla vigilia della Santa Pasqua, l’ultimo episodio malavitoso ai danni di un negozio simbolo, Lu Furnarìlle, l’antica pasticceria cara al ricordo dei vastesi veraci, in corso Plebiscito. I soliti ignoti hanno fracassato la vetrina ed hanno devastato il locale a scopo di furto senza farsi scrupolo di niente e di nessuno perché consapevoli d’essere protetti dal sonno profondo in cui vive da anni questa città. Certi che anche questo ennesimo episodio non sveglierà le cosiddette autorità, soprattutto quelle comunali, e non scuoterà nemmeno quelle deputate alla pubblica sicurezza, prefettura in testa, che manifesta segni di vitalità soltanto quando ha necessità di smistare il traffico dei migranti.  I cittadini onesti e laboriosi devono rassegnarsi?

P.T.