Lau…RAI

RAI

Una RAI asservita alle bizze assolutamente personali di quella brava donna che presiede una istituzione che sta decadendo in modo irreversibile. Non sono un fan della TV e la Perego con il suo programma non attira la mia attenzione ma, dopo aver sentito le polemiche sull’argomento e dopo aver sentito che forse c’era la manina della “sora Laura” mi sono detto che forse era il caso di accertarmi di quanto era stato detto nel programma. Sarà che il mio Q.I. è normale e non coglie certi aspetti che menti eccelse riescono invece a scorgere, ma a me pare che la Perego non abbia detto nulla di male: al limite è stato Fabio Testi a raccontare una vicenda boccaccesca e forse inventata aa andare fuori delle righe. Mi dicono: ma non era per quello che la sora Laura si è arrabbiata ma per lo schema che indicava le differenze tra le donne dell’est e le italiane: mi sono rivisto lo schema e l’aspetto che mi è parso di cogliere è stato quello di una sorta di goliardata assolutamente inoffensiva per le donne sia … “estive” che … “casarecce”. Quale aspetto offensivo ci sia in tutto ciò è un mistero più misterioso del terzo segreto di Fatima. Ma alla RAI sono pronti ad obbedire a quello che ogni giorno di più dimostra che il ruolo che occupa  non le compete e forse è meglio che torni ad occuparsi delle sue missioni umanitarie con i popoli del terzo mondo a lei probabilmente più confacenti.

Elio Bitritto