IL BOLLO AUTO PUÒ ESSERE ROTTAMATO

Traffico autostrada A14

Come per la rottamazione delle cartelle esattoriali, prevista dal Decreto Fiscale 193/2016, “i contribuenti che aderiranno alla definizione agevolata del bollo auto – spiega diritto.it – non saranno tenuti a pagare le sanzioni dovute sulle somme e gli interessi di mora di tutte le cartelle emesse tra il 1° gennaio 2000 e la fine del 2016”. Oltre alla somma da pagare, invece, sono dovuti dal debitore gli interessi da ritardata iscrizione al ruolo, le somme maturate a titolo di aggio da calcolare solo sul capitale e sugli interessi, le spese per le procedure esecutive e le spese di notifica della cartella. La domanda di adesione alla rottamazione va presentata entro il 31 marzo 2017 inviando a Equitalia il modulo DA1. Spetterà poi a Equitalia, entro il 31 maggio, inviare ai contribuenti la comunicazione indicante la somma dovuta e i relativi bollettini.