Lanciano. Inizia il processo in Assise per l’omicidio di Italo D’Elisa

italo-delisa-roberta-smargiassi-fabio-di-lello-ansaComincia  oggi il processo in Corte d’Assise a Lanciano in cui è imputato Fabio Di Lello il panettiere 34 enne di Vasto che lo scorso 1 febbraio ha ucciso con tre colpi di pistola calibro 9 Italo D’Elisa. A Di Lello, reo confesso, è contestato l’omicidio premeditato. D’Elisa era alla guida di una Fiat Punto la sera del 1 luglio quando ad un incrocio in pieno centro a Vasto, passando col semaforo rosso, travolge lo scooter della moglie dell’imputato, Roberta Smargiassi, uccidendola sul colpo. Il procuratore di Vasto, Giampiero Di Florio, ha chiesto il giudizio immediato al gip. Questa procedura permette, all’evidenza delle prove, di saltare l’udienza preliminare. Di Lello dopo l’omicidio era andato al cimitero e lasciato la pistola, regolarmente detenuta,  sulla tomba della moglie e si era lasciato arrestare dai carabinieri. Gli avvocati difensori di Di Lello, Giovanni Cerella e Pierpaolo Andreoni, sarebbero intenzionati a chiedere i termini a difesa finalizzati alla richiesta di un rito alternativo. Di Lello, 34 anni, resta in isolamento nel carcere di Vasto con l’accusa di omicidio premeditato. Un Tribunale quello di Lanciano oggi più blindato che mai: per l’intera giornata isolata tutta l’area del parcheggio secondario nonchè interdetta al traffico una ampia zona di strade limitrofe.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: