Gocce di saggezza di Filippo Salvatore

sindacoSindaco o sindaca?

Ogni lingua viva è suscettibile di nuovi arricchimenti e di neologismi. La lingua inoltre registra ed esprime i cambiamenti sociali. Se la condizione della donna è cambiata, fatto innegabile, la lingua usata deve essere lo specchio di questo cambiamento. Cosi’ la parola sindaco puo’ benissimo diventare sindaca, poiché è una donna ad occupare la funzione di sindaco. Il tutto deve pero’ farsi con ponderatezza e buon gusto per evitare eccessi e il politicamente corretto. Il dibattito è già avvenuto per il francese e l’Accademia della Crusca farebbe bene a tener conto delle decisioni prese sulla femminizzazione del francese. È inoltre auspicabile che le lingue romanze adottino una politica comune sulla femminizzazione della lingua.