Pescara,prostituzione in centro massaggi

poliL’insegna era di un centro massaggi, in realtà i servizi offerti erano prestazioni sessuali a pagamento. Per trovare clienti i gestori del locale nella zona centrale di Pescara, un uomo e una donna cinesi, pubblicavano annunci online o sui giornali con immagini di avvenenti operatrici. I due sono finiti agli arresti domiciliari per sfruttamento della prostituzione nell’ambito di un’operazione della Squadra Mobile. Le ordinanze di custodia sono state emesse dal Gip del Tribunale Nicola Colantonio, su richiesta dei pm Salvatore Campochiaro e Valentina D’Agostino che hanno coordinato le indagini, basate su appostamenti, intercettazioni telefoniche e testimonianze dei numerosi clienti, alcuni dei quali ripresi da telecamere della Polizia. Secondo gli agenti coordinati da Pierfrancesco Muriana, i due gestivano gli incassi di tre ragazze che giorno e notte ‘operavano’ nel centro, un giro d’affari da 20mila euro al mese. Il Gip ha sottoposto a sequestro preventivo l’immobile per impedire la reiterazione dei reati.