Vasto. Nasce il primo gioiello vastese: il Rosone di San Giuseppe

ros

Nasce quasi per caso l’idea di realizzare un gioiello tutto vastese con un simbolo della storia di Vasto: il Rosone della Chiesa di San Giuseppe di Vasto.

Un semplice caffè, tra Marina Ruggieri, titolare della gioielleria storica La Perla di corso De Parma e l’orafo di Sulmona Luca Gualtieri, nei pressi della chiesa, lo sguardo in alto al Rosone e l’idea …”E se lo trasformassimo in un gioiello? Come per il rosone di Atri o di Collemaggio?”

Dall’idea partita a giugno c’è stato un lavoro incessante, con gli stampi in cera, i prototipi, fino alla perfezione: tre gioielli di varia grandezza in argento bianco e rosa e dal 29 settembre anche in oro bianco, giallo e rosa con brillanti.  Ogni gioiello oltre ad essere un’imitazione perfetta del rosone vastese ha l’iscrizione: ”Rosone di San Giuseppe di Vasto”.

l 29 settembre alle ore 17,30 ci sarà nella Pinacoteca del Palazzo d’Avalos un incontro con la città, per parlare del Rosone tra arte, storia e gioielli. Saranno presenti: l’orafo Luca Gualtieri che spiegherà il progetto, il prof. Paolo Calvano e l’Arch. Francescopaolo D’Adamo, appassionati di storia locale che parleranno della storia della Chiesa e del Rosone, la cui raggiera è stata ripresa da quella della chiesa aquilana di Sant’Agnese nel 1928.

La giornalista Paola Calvano sarà presente nelle vesti di presentatrice ed il maestro Marco Bassi si occuperà di un breve intermezzo musicale.

Marina Ruggieri è entusiasta di tutto il progetto, l’idea si è trasformata in un ciondolo molto bello, elegante ed esclusivo, ma accessibile a tutti, che rappresenta il primo gioiello di Vasto, che sintetizza in modo raffinato l’arte e la storia della nostra città.

Prenderà il posto della “Presentosa”, famoso monile abruzzese?   Ai posteri l’ardua sentenza…

Rosaria Spagnuolo