Europa dove sei?

limoni

Quando mai finiremo di subire le decisioni di questa Europa criminale? Quando mai capiranno i ladri di Bruxelles che siamo stufi? Due domande, tra le tante, che io, come tanti altri cittadini ci poniamo ogni giorno. Purtroppo questo andazzo (perché solo così lo si può definire) non finirà fino a quando avremo una classe politica che o è incapace o si è venduta. Non bastava l’olio tunisino, non bastava l’embargo dei prodotti agricoli italiani alla Russia perché così ha deciso Obama, non bastavano i limoni importanti dall’Argentina, non bastavano le carni importate dalla Francia (ed oggi ho scoperto addirittura dalla Polonia), l’ultimo colpo arriva con  l’importazione delle arance dal Sud Africa. E se per l’olio tunisino la pezza giustificativa è data dalla “necessità” di aiutare Paesi in difficoltà che magari potrebbero avere problemi di crisi e quindi facili prede dei fondamentalisti, non appare per nulla chiaro per quale motivo gli agrumi italiani debbano marcire sulle piante per dare spazio ai limoni argentini ed alle arance sudafricane, che saranno pure buone, non lo discuto, ma creano problemi agli italiani. Senza dimenticare i pomodori olandesi, le passate di pomodori cinesi, i prosciutti fatti con maiali tedeschi e francesi, il latte che noi dobbiamo importare pur in presenza di una produzione nazionale in grado di soddisfare il fabbisogno interno, e così di seguito. Stendo un velo pietoso, per ora, sull’incapacità tutta italiana di difendere le nostre eccellenze alimentari che vengono malamente copiate e distribuite come fossero originali anche da quei Paesi che si distinguono per l’onestà, o per il rigore come la Germania o la Svezia o, comunque, tutti quelli pronti a farci la predica e a ricordarci la mafia. Sarei lieto se un qualche parlamentare italiano, di qualunque partito, dovesse leggere questa mia “lamentela” potesse informarsi se esistono prodotti alimentari che in qualche modo siano sovrapponibili a quelli tedeschi, francesi. Belgi, olandesi, ecc. Naturalmente queste porcherie non vengono perpetrate solo nei confronti dell’Italia ma di tutti i Paesi del Mediterraneo: non a caso quella testa di … cavolo di Bruxelles che risponde al nome di Juncker ha definito la riunione dei Paesi europei del Mediterraneo come la riunione degli idioti: il che la dice lunga sulla considerazione che          questi idioti, anche criminali, hanno di noi. Dobbiamo renderci conto che questa Europa serve solo agli interessi di una massa di farabutti che fanno quel che fanno grazie alla complicità di italiani venduti. Elio Bitritto