Vasto. Consiglio comunale sulla Sanità. Le proposte di Unione per Vasto

OSPEDALE_vasto
Ieri si è tenuto il Consiglio comunale sulla Sanità, al quale hanno partecipato anche il Presidente della Regione, D’Alfonso, l’assessore Paolucci e il Direttore della Asl Vasto-Lanciano-Chieti, Dott. Flacco, nonché la gran parte dei Sindaci del territorio.
Il Consiglio era stato richiesto, e fortemente voluto, dai consiglieri di minoranza al preciso scopo di ottenere un confronto che potesse condurre alla discussione delle legittime istanze dei cittadini e degli operatori del settore, che consentisse di “gridare” le ragioni di Vasto e del territorio su un argomento tanto delicato ed importante qual è la salute dei concittadini.
Ebbene, il confronto c’è stato e gli impegni sono stati presi.
Ne è chiara dimostrazione il fatto che, al termine della seduta, è stato approvato un documento condiviso sia dalle opposizioni (esclusi i cinque stelle) che dalla maggioranza.
Ma quel che più mette conto evidenziare è che tale documento ha raccolto le istanze rappresentate dalle minoranze con la richiesta di convocazione di un consiglio straordinario sulla Sanità, nonché quelle rivendicate nel corso della seduta dal Movimento “Unione per Vasto” attraverso l’intervento del Consigliere Alessandra Cappa.
Grande soddisfazione, quindi, per aver ottenuto il confronto con le autorità regionali, per aver ottenuto il riconoscimento delle criticità rappresentate e, ancora, per aver ottenuto un documento che individua precise scadenze per la verifica di quanto si deve fare.
In politica, dunque, ci vuole “impegno”, e Unione per Vasto si è impegnata a gridare la voce e le ragioni dei cittadini, ottenendo “impegni” da parte della Regione e del Sindaco.
In politica ci vuole “passione”, perché solo la passione può spingere al confronto proficuo e coraggioso.
In politica ci vuole, a volte, anche coesione: la condivisione, tra maggioranza e opposizione, di un documento finale, nel quale si trovano, oggi, stigmatizzate le grandi criticità della sanità locale e individuati i percorsi e i tempi per affrontarle, è la novità vera che lancia la sfida nuova.
Sulla Salute dei cittadini non si alzino steccati né bandiere di appartenenza.
Si faccia tutti il bene di tutti.
Solo chi avrà il coraggio di capire e volere il Bene comune parteciperà, senza indugio, a questa difficile ma appassionante sfida, che è sfida della politica vera.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: