In piazza Barbacani, anche “(IN) editi” di Elio Verzellini

Locandina-Di-Edoardo-Nuova-Libreria-Vasto-1 

Stasera, 28 agosto, ore 21,30, in Piazza Barbacani di Vasto, area antistante la Nuova Libreria, per la nota rassegna estiva Scrittori in piazza, ci sarà la possibilità di ascoltare riflessioni e commenti vari su  testi “(IN)editi”.
Come comunicato dall’Associazione Liber, sarà  questo l’ultimo appuntamento 2016.

 

Ci giunge notizia ufficiosa che, in tale occasione, la figlia Donatella porterà all’attenzione dei convenuti qualche racconto rimasto nel cassetto del padre, Elio Verzellini.
Molti a Vasto, alunni del Liceo Classico L. V. Pudente negli anni ‘960 e seguenti (sino al suo trasferimento a Ravenna), ricorderanno con vivo rimpianto la figura del prof. Verzellini, stimato uomo e docente, che alla sua cifra intellettuale filosfofico-umanista sapeva unire una rara capacità, quella di intrattenere stimolanti e fecondi rapporti personali con gli allievi e non meno con le loro famiglie.

Di lui, che in vita ha privilegiato la didattica alla attività letteraria, ricordiamo il libro “Dalla porta Catena” edito nel 1998. Una raccolta di racconti inanellati e concatenati l’uno con l’altro come sorta di romanzo intimo, che – muovendo da una ambientazione toponima chiaramente vastese (la nota Porta Catena), con agganci a figure e storie legate a luoghi e tradizioni dei paesi dell’alto vastese – sviluppa per il lettore un personale percorso favolistico e lirico, non mancando di connotarli con  spunti etno-sociali e con coloriture persino oniriche.

portacatenavasto

Ascolteremo nell’occasione letteraria sopra detta se quanto rimasto inedito del compianto nostro prof  sia di una pari capacità immaginifica e affabulatoria di quel che ha dato alle stampe appena qualche anno prima dell’inaspettata sua morte.

Giuseppe F. Pollutri