Vasto. L’opposizione chiede la testa degli indagati

cons-comunale-vasto“I sottoscritti Consiglieri, appreso da notizie di stampa della avvenuta conclusione delle indagini relative all’inchiesta sulle modalità di affidamento degli eventi estivi della stagione 2013, nel rispetto dell’operato della Magistratura, con la quale non si vuole in alcun modo interferire, ritengono opportuno svolgere le seguenti considerazioni:
considerato che il sindaco ha individuato nella legalità e nella trasparenza gli elementi caratterizzanti la sua azione amministrativa;
considerato che l’attuale Sindaco era, all’epoca il Capogruppo del partito di maggioranza della Giunta coinvolta e che l’ attuale  Assessore Del Casale era ed è il Segretario politico del medesimo partito, pertanto il provvedimento invocato si palesa ancora più doveroso;
considerato che, al momento della nomina dell’ultimo assessore, il Sindaco ha definito la scelta di Lina Marchesani come improntata ad un atto di fiducia personale.
Danno indirizzo politico:
al Sindaco di Vasto di avocare a sé le deleghe amministrative conferite all’Assessore Marchesani nelle more dell’inchiesta penale;
all’Amministrazione di provvedere all’affidamento di incarichi e consulenze con l’indirizzo preferenziale di gare ad evidenza pubblica.

Firmato dai consiglieri comunali di minoranza:

Cappa Alessandra (Unione per Vasto)

Carinci Dina Nirvana (M5S)

D’Elisa Alessandro (Gruppo Misto)

Del Prete Nicola (Vasto Duemisadeci)

Giangiacomo Guido (Forza Italia)

Laudazi Edmondo (Il Nuovo Faro)

Suriani Vincenzo (Fratelli d’Italia)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: