Vasto. Il direttore generale della Asl si difende.

OSPEDALE_vastoDal direttore generale della Asl Pasquale Flacco arriva una prima reazione alle polemiche riguardo alle notizie circolate nei giorni scorsi riguardo alle difficoltà in cui si è venuto a trovare il reparto di Geriatria e ad alcuni tagli nelle dotazioni dell’ospedale vastese. Ecco di seguito la nota stampa :
 ” Dal 1° agosto ha rassegnato le dimissioni un solo medico per la cui sostituzione ci siamo immediatamente attivati attingendo da una graduatoria che abbiamo a disposizione. Il primo professionista in posizione utile è stato contattato, e, come previsto dalle norme in materia contrattuale, ha 30 giorni di tempo per dare la propria disponibilità ad accettare l’incarico. Non siamo, quindi, inerti. Altri due medici potrebbero, ma non è stato ancora ufficializzato nulla, dare anch’essi le dimissioni a settembre, e, se dovesse accadere, saranno ugualmente sostituiti. A Vasto, dunque, potrebbe consumarsi una fuga massiccia di medici, cosa che non registriamo in altri ospedali e che sorprende, pur volendo pensare a una semplice coincidenza.. Per quanto riguarda, invece, la Geriatria, si tratta di un accorpamento funzionale con la Medicina a posti letto invariati, con attività organizzata per intensità di cura. Nessuna penalizzazione, dunque, sotto il profilo dell’assistenza”. Infine un chiarimento circa la Scuola infermieri, la cui sopravvivenza non è in dubbio: “La didattica sarà svolta come sempre  l’ubicazione è una questione strettamente aziendale, e non riguarda nessun altro”.