Lavori “urgenti” al Pontile (dopo 10 anni di … centrodestra)

VST al pontile_2016-aChiuso dal 1° luglio al 15 luglio 2016, per consentire i lavori di rifacimento della pavimentazione

Riceviamo e pubblichiamo

Qualcuno, evidentemente poco informato delle vicende politico-amministrative vastesi, avrà pensato e forse anche affermato: “Ma ti pare che sia questa la stagione per effettuare tali lavori!? Prima, questi, non ne hanno avuto il tempo!”

Questo tizio, che di per sé avrebbe anche ragione, dal momento che “i lavori” riguardano il rifacimento del piano di calpestio del Pontile alla Marina, e questo si realizza quando si è in principio di luglio. Noi, invece, che sappiamo di come stanno le cose, quali che sia il giudizio su di esse, non possiamo che apprezzare e applaudire. Se è vero che i lavori in una località turistica vanno razionalmente e accortamente programmati ed effettuati al tempo più indicato, nulla da eccepire in questo caso che il giovane e nuovo assessore, appena nominato e neppure presento in Consiglio, dopo dieci anni di carente e deludente amministrazione della cosa pubblica da parte … del Centrodestra, a Vasto, abbia dall’oggi al domani deciso e fatto partire il cantiere in spiaggia per l’opera di rifacimento detto, da gran tempo colpevolmente trascurato.

pontile_da noivastesi

E bene sia che la nuova Amministrazione di centrosinistra, a prescindere dai nomi che ricordano da vicino quelli delle due passate consigliature, abbia iniziato guardandosi in giro, oltre le piazze Barbacani e Rossetti. Di certo è bene, ed anzi più, che un giovane vastese, che sino a ieri non si era mai visto e sentito occuparsi e preoccuparsi dei problemi della città e della sua comunità, abbia preso coscienza che, se si tiene al bene comune e specificatamente a quello del proprio luogo di vita, bisogna ‘fare’, e non solo occupare, come i suoi predecessori assessori e consiglieri di centrodestra  – … Sputore, Marra, Suriani, Marchesani, Molino, Forte, Tiberio, Del Casale, Menna, Cianci, Marcello, ecc.) – il ‘posto’ e il Palazzo.

Chi vivrà vedrà come gente nuova, non solo di età, quanto soprattutto di vera consapevolezza del ruolo e funzione che gli “eletti” devono avere, produrrà benefici e frutti per la riacquistata consapevolezza e larga partecipazione dell’elettorato vastese alle sorti della propria città. E’ noto, infatti, che la gente dopo un lungo e neghittoso tempo di astensione dai propri doveri civici, ha deciso finalmente di dare al governo del nostro Comune il necessario ricambio di uomini e partiti.

VST al pontile_2016-b VST al pontile_2016-cAl solito bastian contrario, che non manca mai in ogni luogo e tempo, dirò che se è vero che “le facce”, e come detto i nomi, sono in Consiglio e in Giunta ancora e sostanzialmente quelli, dobbiamo prendere atto che l’aria e la classe politica in città, grazie al voto degli attenti cittadini vastesi, è mutata.

Evviva la democrazia dell’alternanza, e Dio ci conservi a lungo il ritrovato centrosinistra e associati!

 

lu.Mmazzemarelle-solo

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: