Più corda e più sapone …

Decadenza cappio

Tutti contenti, a cominciare da “Renzi il bluff” per la “grazia” che la Commissione Europea ha concesso all’Italia, la flessibilità sul deficit di circa 13, 5 miliardi di euro: deficit relativo allo scorso anno  e condizionato da l fatto che la prossima finanziaria reperisca coperture per 10 miliardi di euro. In pratica l’UE ci concede di fare spese per 13,5 miliardi ma entro l’anno dovrà trovare coperture per 10 miliardi: ma se ce ne concedevano 3,5 direttamente non era meglio? Misteri dell’alta finanza! Intanto però il “Bluff” promette nuove misure di welfare, stimoli all’economia anticipi pensioni, bonus bebè raddoppiato, nuovo piano casa e chissà cos’altro fino alla vigilia delle prossime amministrative. Intanto le previsioni di spesa per immigrazione e sicurezza sono state dimezzate alla faccia delle tanto sbandierate promesse. Anche perché nel frattempo il debito resta fuori controllo, fermo al 132,7% del PIL, e i due commissari confermano che verrà aperto un rapporto sulla mancata riduzione. Altro modo per trovare i 10 miliardi da restituire entro l’anno consistono nella riduzione degli sconti fiscali (altro aumento delle tasse) e riduzione ulteriore, rispetto ai 25 miliardi che il governo giura di aver speso in meno, anche se non ci crede nessuno.

A me pare che tutta questa “generosità” dell’U.E. serva solo a dare più “corda e sapone” a certi pagliacci.

Elio Bitritto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: