L’Aquila. Fare Rete sulla montagna col progetto di legge sostenuto da Gustav Thöni

06-6_1_gustav_thoeni_autogrammkarten_02In provincia dell’Aquila, è stata presentata la proposta di legge d’istituzione della Rete escursionistica, alpinistica, speleologica, torrentistica Abruzzo (Reasta) che porta la firma dei consiglieri regionali del Partito democratico, presidenti della II e della IV commissione, Pierpaolo Pietrucci e Luciano Monticelli. All’iniziativa ha partecipato Gustav Thöni, campione olimpico nello slalom gigante e 4 volte Medaglia d’Oro ai Campionati mondiali con i colori dell’Italia.

Il progetto di legge prevede la creazione di un archivio che censisce il patrimonio di sentieri, percorsi, vie ferrate e di arrampicata, tratturi, itinerari free ride, piste ciclabili e di mountain bike che consentono attività escursionistiche, alpinistiche, speleologiche e torrentistiche. La validazione, l’aggiornamento e il monitoraggio dell’archivio spetterà al Coordinamento tecnico regionale a cui prenderanno parte dei collegi regionali composti da guide alpine e speleologiche, maestri di sci e il gruppo regionale del Club Alpino italiano (Cai). Si prevede inizialmente, per quest’anno,  uno stanziamento di 350 mila euro per sostenere le attività tecniche connesse alla creazione dell’archivio e alla manutenzione dei sentieri e dei percorsi oltre che le attività di formazione e informazione che saranno condotte attraverso istituti scolastici, scuole di sci e gli operatori turistici. Si punta, una volta censito e sistematizzato il patrimonio, alla promozione all’esterno e all’educazione per un uso più completo e consapevole della rete Reasta. “Competenza e ascolto sono stati alla base del percorso di redazione e della struttura della legge – spiega Pietrucci – Dal settembre scorso sono stati organizzati numerosi tavoli che hanno coinvolto gli operatori che faranno parte del coordinamento, oltre ad altri soggetti direttamente interessati come i rappresentanti della Guardia di finanza, della Polizia di Stato, della Prefettura, del dipartimento del 118, dei parchi, del Corpo nazionale del soccorso Alpino. Centrali i contributi di Agostino Cittadini, presidente del Collegio regionale delle guide alpine, e di Luigi Faccia, vicepresidente del Collegio regionale dei maestri di sci – continua Pietrucci – Abbiamo fatto sistema. Il provvedimento si aggiunge ai finanziamenti del Masterplan sull’impiantistica, all’istituzione del distretto turistico, alle risorse per la sentieristica e la pista ciclabile, alle legge sul free ride e i maestri di sci, al sostegno al soccorso alpino strutturato per 3 anni”. La partecipazione allargata al percorso: “Fa ben sperare per un terreno facile nell’ambito dell’iter legislativo. Di certo si tratta di un provvedimento che colma delle lacune- dichiara – ha concluso il presidente della IV commissione regionale Monticelli  – Il provvedimento stabilisce anche la compartecipazione alle spese di soccorso in caso di imperizia degli utenti e principi di comportamento in montagna”. mtrozzi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: