Vasto. Polizia stradale. Recuperato un veicolo rubato

polizia-stradaleNon conosce soste l’azione capillare di interdizione del pendolarismo criminale messa in atto dagli agenti della Polizia Stradale di Vasto Sud diretti dall’Ispettore Capo Antonio Pietroniro. La scorsa notte a partire dalle ore 23 circa la pattuglia di tronco ha intercettato nei pressi del casello di Vasto Sud – San Salvo un autocarro Peugeot Partner che era stato segnalato per aver preso rifornimento senza pagare il carburante presso l’area di servizio Sangro Ovest.  Quasi immediatamente gli agenti hanno agganciato il mezzo diretto a sud ma il conducente ha accelerato iniziando a zigzagare e facendo capire di non avere alcuna intenzione di fermarsi. Durante il lungo inseguimento, già arrivati nel territorio di Petacciato, gli operatori sono riusciti a capire dagli accertamenti di rito sulla targa del veicolo che lo stesso risultava rubato diverse ore prima in provincia di Lodi.  Intanto gli occupanti del veicolo sfondavano la barriera di uscita al casello di Termoli e cercavano di guadagnare una via di fuga imboccando contromano alcuni svincoli nella zona industriale della città molisana. La pattuglia ha tenacemente continuato l’inseguimento anche quando l’auto ha percorso contromano alcuni svincoli della Strada Statale 647 “Bifernina” dirigendosi quindi verso Campobasso. Quando gli agenti hanno rotto gli indugi e raggiunto il mezzo il conducente ha urtato contro la portiera dell’auto della Polizia Stradale. Poco dopo i ladri, scoraggiati dal pressing degli agenti, hanno abbandonato il mezzo nelle campagne nei pressi di Larino e si sono dati alla fuga. Tre le persone fuoriuscite dal veicolo e datesi alla fuga, tuttavia gli operatori Assistenti Capo CAPRIATI Vincenzo, GALLUCCI Michele e DI FOGLIO Michele, tutti peraltro già distintisi in analoghi interventi nelle quali uno di loro aveva altresì riportato ferite, determinati a bloccarli, riuscivano dopo pochi minuti nell’intento, verificando altresì che si trattava di due uomini e una donna, tutti residenti a Manfredonia (FG), RENZULLO Aronne, classe 1977, LOMBARDI Antonio, classe 1965, entrambi pregiudicati, e PACILLO Anna Filomena, classe 1982; tutti venivano tratti in arresto per furto aggravato, resistenza a P. U., attentato alla sicurezza dei trasporti, insolvenza fraudolenta. Nel pomeriggio odierno il solo conducente RENZULLO Aronne veniva associato al carcere di Larino (CB) in attesa di convalida da parte dell’A. G. mentre gli altri due venivano rimessi in libertà e denunciati a piede libero. La direzione delle indagini è stata assunta dalla Procura della Repubblica di Larino nella persona del Sostituto di turno Dott.ssa M. Meo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: