San Salvo. Il “giro del cappero” fa tappa in città

albaAppunti01 (1)In tempi dominati dal social media marketing e dalla tecnologia non passa affatto inosservato il “giro del cappero”,  la promozione del cappero di Linosa “on the road” in Italia, a bordo di una Cinquecento del 1971.

L’idea è venuta a una coppia di fidanzati agrigentini, Edite Lanka e Alessandro Ciulla, che hanno studiato un itinerario di 80 tappe da sud a nord dell’Italia per far conoscere la bontà del bocciolo del piccolo arbusto che cresce nell’isola di Linosa nel Mediterraneo. La Cinquecento turchese è partita da Agrigento il 16 gennaio e l’11 febbraio terminerà il suo viaggio alla BIT (Borsa Internazionale Turismo) di Milano.

Sabato 30 gennaio il cappero di Linosa è arrivato anche alla Masseria Zinni, tra San Salvo e Montenero di Bisaccia . Dopo la sosta di un giorno il “giro” è ripartito verso Pescara, lasciando dietro di se tanti racconti di viaggio e la bontà della prelibatezza di Linosa.