I regali della sinistra

SORDI E I LAVORATORICerto sarà stata l’Epifania e quindi non sono totalmente responsabili ma a me pare che questo inizio di anno si presenta con le peggiori prospettive degli ultimi 4, a partire dalla destituzione di Berlusconi con un colpo di stato voluto dall’Europa con i vari venduti (vecchia tradizione la nostra!).  Si comincia con la buffonata del contributo di 400 euro che Pisapia, sindaco “scadente” di Milano, vuol dare alle famiglie che si impegneranno ad ospitare un profugo nelle loro abitazioni. Ormai è prassi che la sinistra in generale preferisca tutelare gli stranieri e dimenticare gli italiani. Ma non sono le sinistre quelle che durante i governi Berlusconi denunciavano che gli italiani non arrivavano a fine mese? Non sono gli stessi che facevano i caroselli ed i sit in con in testa registi, giornalisti, opinionisti  e quella varia ed avariata galassia di radical chic o sono cambiati i parametri di giudizio? Non vedono più gli italiani poveri ma vedono solo i “boveri negri”: quindi gli italiani erano dimenticati da Berluscoini ed oggi sono presi per i fondelli dai loro difensori virtuali. E poi si scopre che già da tempo Torino e Trieste attuano questa politica di aiutare gli stranieri e dimenticare gli italiani..

Un’altra notizia fa riferimento alla tessera numero uno della sinistra, il finanziere Carlo De Benedetti: il suo nome compare nell’elenco delle cosiddette sofferenze della Banca Etruria per qualcosa come 8 milioni di euro. Per quanto poco ne possa capire di sofferenze ritengo che una persona agiata come De Benedetti non possa e non debba costituire una “sofferenza” per una banca o c’è qualcosa che non sappiamo?

Un anno fa eravamo (erano) tutti ”Charlie Hebdo”: ricorderete la strage effettuata presso il giornale satirico francese. Ebbene, a distanza di un anno questi campioni della coerenza, confondendo satira con insulto, escono con una copertina che raffigura Dio, il dio dei cristiani e degli ebrei, con un mitra e con le vasti macchiate di sangue e la didascalia “L’assassino è ancora in giro”. Tra l’altro non so quanto apprezzeranno i musulmani questa caricatura visto che il Dio dei cristiani e degli ebrei è anche il loro Dio: forse dovrebbero stare più attenti perché non sono stati uccisi solo i giornalisti ma anche altri che con il giornale non avevano nulla a che fare.

C’è poi la notizia esilarante secondo la quale tale Staffan del Mistura è stato incaricato, in qualità di “inviato dell’Onu” di disinnescare la tensione tra Riad e Teheran. Per chi non lo sapesse, questo tale è lo stesso personaggio  che Monti aveva mandato in India per riprendersi i Fucilieri di Marina, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, con i risultati che tutti conosciamo, al punto che Luttwak, noto politologo statunitense, dice di costui “Un personaggio che non è un esperto ma che ha fatto la sua intera carriera  nell’Onu dove essere totalmente incapaci non è certo un ostacolo alla carriera. Ė solo un bellimbusto e in India, ma non solo lì, è considerato un cretino”.

Non vi basta? Riprenderemo dopo l’Epifania che ogni festa porta via a, con queste, ogni illusione che le sinistre siano in grado di governare il Paese.

Elio Bitritto