Viva Sciura Laura

boldrini corrucciataPer il prossimo 21 ottobre, il presidente delle camera dei deputati di questa strana repubblica in cui viviamo ha invitato l’imam dell’università del Cairo, a tenere una lectio magistralis sull’Isla religione di pace. Chiariamo che l’imam in questione è tale Al Sayyed ed è considerato “estremamente” moderato oltre che una delle massime autorità religiose dell’Islam sunnita. In realtà qualche dubbio sulla moderazione di questo signore viene non per partito preso ma per una serie di dichiarazioni di cui autore è proprio questo portatore di pace. Intanto bisogna ricordare le sue reiterate invocazioni alla distruzione di Israele, la giustificazione agli attentati kamikaze e, più recentemente, l’esortazione ad usare i coltelli contro tutti, uomini, donne e bambini e fare il maggior numero di morti e feriti; ultimamente sembra che l’obbiettivo dei palestinesi sia costituito dalla gente in attesa del mezzo di trasporto pubblico su cui avventarsi con la propria autovettura. L’ultima è forse ancora più comica ma certo più indicativa del senso che questi signori attribuiscono alla parola pace: ha sospeso il dialogo con il Vaticano da quando il Papa ha invocato la protezione dei fedeli cristiani in Medio Oriente, con ciò dimostrando una volta per tutte che il dialogo religioso non è possibile! E se non è possibile per un uomo che, in quanto imam, si suppone abbia cultura e carisma nei confronti della società in cui vive, possiamo immaginare quanto inutile sia pensare ad un dialogo di pace con i musulmani in generale. A giustificazione di una scelta che definire scellerata è riduttivo, c’è il comunicato del portavoce della Boldrini, Roberto Natale, che precisa che il Grande Imam (sempre questo Al Fayyed) ha “levato la propria voce contro il terrorismo fondamentalista perpetrato dal cosiddetto Stato Islamico ed ha chiamato a raccolta tutto il mondo islamico, denunciando la manipolazione dei testi coranici” (naturalmente tace sul fatto che lo Stato Islamico è Sciita e tra questi ed i sunniti si rompono le corna da  1.400 anni senza riuscire a trovare un accordo (figuriamoci con i cristiani). Tra l’altro proprio oggi l’Imam si è pronunciato contro, l’esistenza stessa di Israele e non si può accettare la presenza di un moderato così …. estremista in Parlamento: in un Parlamento retto da una donna che si propone a strenua difesa delle donne, evidentemente solo quelle occidentali perché il suddetto pacifista ci ricorda che “secondo il Corano [la donna]prima si ammonisce, poi si dorme in letti separati, infine si colpisce” con buona pace  delle femministe d’accatto che dominano la vita pubblica e privata. La sciura sarà almeno un po’ corrucciata per quello che il Corano scrive?

Elio Bitritto