20 studenti di Madrid in tirocinio formativo con l’Erasmus+ a Vasto e San Salvo

protezionecivilevaltrigno_erasmusSe per le strade di Vasto e San Salvo nei giorni scorsi vi è capitato di sentire parlare in spagnolo è perché 5 docenti e 20 studenti provenienti da tre Istituti Tecnici Superiori di Madrid (IES Salvatore Allende, IES Leonardo da Vinci e Cefoim) stanno svolgendo un tirocinio formativo alcuni presso la Fondazione P.A. Mileno di Vasto Marina e presso la Protezione Civile Valtrigno di San Salvo.

Il progetto di mobilità europea dal nome “Europa – acción social en la formación profesional” è stato finanziato nell’ambito del programma dell’Unione Europea Erasmus+ ed è stato coordinato per la Spagna dall’Associazione Homeshare Spain e per l’Italia dalla Polaris di Vasto.

Il progetto vede impegnati studenti e docenti in varie attività formative e culturali tra cui non mancano visite a centri di riabilitazione e scuole, momenti di socializzazione e di approfondimento della cultura e della lingua italiana.

Venerdì 18 è stata una giornata interculturale durante la quale i 20 ragazzi e le 5 docenti, salutati dall’assessore alla Sanità del Comune di Vasto Anna Suriani presso la sala conferenza della Fondazione Mileno si sono incontrati e confrontati con loro colleghi della stessa Fondazione, della Valtrigno e di altre strutture sanitarie della zona.

“Gli studenti mostrano professionalità e competenza – afferma Francesco Nardizzi, direttore amministrativo della Fondazione – oltre che reale interesse alle attività quotidiane che osservano qui nella Fondazione dove il personale li ha accolti con entusiasmo e spirito di integrazione”.

Per l’occasione e per meglio conoscere come si interviene nell’emergenza, i ragazzi per sei giorni hanno vissuto a stretto contatto con i volontari della Valtrigno per meglio apprendere le nozioni in caso di emergenza sanitaria e non solo. Hanno partecipato come terzo equipaggio ai trasporti pazienti e per fare pratica, hanno utilizzato le attrezzature dei presidi sanitari.

Visitando il porto di San Salvo l’istruttore Armando Di Pardo ha illustrato l’utilizzo del gommone in mare utilizzato dagli operatori della Valtrigno come una sorta di ambulanza di soccorso in mare. Il responsabili Giuliano Cilli ha programmato anche una piccola uscita in mare, ma il cattivo tempo lo ha impedito, ma è stato sufficiente la spiegazione di Armando a far capire l’uso del mezzo e delle attrezzature.

Lo scorso 22 settembre presso l’aula della sede della Valtrigno i ragazzi hanno partecipato a un corso di specializzazione di pronto soccorso di BLS e altre prove d’interventi, con Giuseppe Gentile del 118 di Chieti.

Il meritato successo è stato riconosciuto dai ragazzi soprattutto per la vera accoglienza dimostrata e con una disponibilità del personale volontario a far conoscere modi e tempi delle operazioni.

“E’ stata un’esperienza positiva per il Vastese – dice il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca – perché ha consentito attraverso il progetto Erasmus+ di far conoscere il nostro territorio e le professionalità che operano nel campo dell’assistenza sanitaria e della protezione civile. Una buona occasione per il confronto tra culture, lingue e esperienze diverse. Tutto questo non può che rivelarsi positivo”.

Apprezzata la buona professionalità dei ragazzi della Valtrigno e l’impegno dei ragazzi spagnoli, che con orgoglio hanno indossato la maglia della Valtrigno che vorrà essere un ricordo per la presenza in San Salvo e della bella esperienza vissuta.

“L’esperienza è fortemente positiva sia per i ragazzi che per le docenti” afferma Maria Eugenia Larrain, responsabile della Homeshare Spain, l’ente coordinatore del progetto. “Inoltre Vasto, che ho avuto modo di visitare durante i giorni del progetto, l’ho trovata una cittadina davero molto interessante così come l’accoglienza trovata a San Salvo è stata davvero speciale”.

“Questo è un progetto di mobilità simile a quelli che scrivo per studenti e docenti di scuole vastesi e che prevedono un periodo di apprendimento informale all’estero per studenti e docenti – spiega Claudia Di Foglio, responsabile della Polaris di Vasto. “In Europa – Acción social en la formación profesional, invece, mi sono occupata di ospitare i tirocinanti e le docenti che devo dire si sono rilevati essere estremamente espansivi, calorosi, simpatici, ma anche professionali, interessati e seri sul lavoro. Colgo qui l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno permesso che questo progetto di mobilità sia perfettamente riuscito e in particolare Francesco Pomponio, giovane interprete e traduttore per lo spagnolo e l’inglese, che mi ha coadiuvato in tutte le attività ed ha tenuto un corso di lingua e cultura italiana davvero coinvolgente e innovativo”.

Docenti e studenti hanno creato un blog in cui stanno raccogliendo impressioni, foto e ricordi, consoriomovilidadaccionsocialeuropafp: dopo averlo visitato abbiamo capito il perché di tanto entusiasmo da parte di tutti!!

Non sono mancati i momenti di festa che hanno visto la grande capacità organizzativa dei volontari della Protezione civile Valtrigno. Un’esperienza oltre che indimenticabile, da ripetere.