Il cosmo in un epigramma (poesia di F. Salvatore)

 seme che germina

 

Le torce del solstizio cerco

 

Le torce del solstizio cerco

nel gelo che mi circonda.

Trasfuso nelle radici e nei bulbi

in letargo è il dono della vita.

 

Ali di falena ha il pensiero

che libero vola verso

odorosi declivi di primavera.

 

Allegheranno i boccioli e di nuovo

si spanderà il profumo dei fiori

col ronzio delle api tra petali e pistilli.

 

In natura nulla si distrugge

ma tutto si trasforma

e la materia sarà antimateria

e l’antimateria materia per l’eternità.

 

Innumeri sono nel firmamento,

i pianeti gemelli della Terra.

 

E, umano, mi scopro, caduca

forma di polvere di stelle,

eppur so racchiudere

il cosmo in un epigramma.

 

Filippo Salvatore

 

pagine nel cielo stellato-b