L’arte a Rai5, con il tele-giullare Dario Fo – 1

Nuova Cultura o vecchio teatro-farsa?

L’arte secondo Dario Fo”. Questo ha in programma Rai-5, in prima serata, da oggi 23 febbraio.
Il noto attore (c’è chi lo dice istrione, chi giullare …di se stesso), in dieci spettacoli più che ‘lezioni’, ci racconterà vicende e aspetti nascosti degli artisti esaminati. I personaggi in questione sono: Picasso, Caravaggio, Correggio, Raffaello, Michelangelo, Leonardo, Mantegna e Giotto.

dario-fo_arte_giullareRipescando una vecchia maniera della Critica d’arte di matrice marxista (Antal, Hauser …, per citare delle autorità in materia) anche in questo caso – stando alle anticipazioni fornite – i fenomeni artistici (i Maestri e le loro opere) sono analizzati e verrano presentati alla conoscenza del pubblico non nello specifico o per se stessi, ma in rapporto diretto e causale, deterministico quasi, con le vicende biografiche dell’artista e delle forme sociali del tempo.

Per dirne una, a proposito del Caravaggio: lo stesso Fò ha annunciato in questi giorni che ce lo illustrerà, in una sua prima lectio-ludens, non per le capacità pittoriche di straordinario artista “realista” qual è stato, ma come spadaccino sanguigno e omicida (“…come tutti, del resto, in quei tempi”, ha già annotato), scacciato e perseguito da “preti, papi e cardinali”, poi proditoriamente assassinato da “furfanti politici”, e non, “come si racconta”, per febbre improvvisa nel suo viaggio di ritorno in barca da Napoli a Roma.

Capiterà anche all’attore-ricercatore di “opere e misteri buffi” di farci sapere, di suo, come e perché, sopratttutto in qual modo, il personaggio trattato realizzava mirabili pitture e opere durevoli nel tempo, per capacità d’intelletto e non meno di mano? Forse.

Dario Fò, attore-letterato, pittore lui stesso e oggi ridanciano critico d’arte televisivo, ha di recente dato senza remora alcuna del “ciancione” a Matteo Renzi! Ora, non è che noi si possa avere, seppure per ragioni diverse, diversa opinione, ma … non si potrebbe dire così, ugualmente, di lui? Entrambi, dei ‘ciancioni’ di successo?

Ne riparleremo. Diamogli il beneficio dell’esposizione, e a noi quello dell’ascolto/visione dello spettacolo televisivo.

Giuseppe F. Pollutri

'L'Arte Secondo Dario Fo' Tv Show Press Conference