Il terrorismo islamico

indexIo credo sia ora di finirla con i distinguo tra islam buono e islam cattivo: ci si affanna, sia da parte della cosiddetta intellighenzia di sinistra che, soprattutto (e ci mancherebbe pure) da parte dei musulmani a dimostrare che l’islam non ha nulla a che vedere con il terrorismo … tesi quasi unanimemente accettata da un massa di buonisti  ma che si scontra con la realtà dei fatti. La grande manifestazione di Parigi non ha chiarito se era rivolta contro il terrorismo islamico o a favore delle libertà di opinione, espressione, critica, satira. Sta di fatto che alla lunga marcia di Parigi hanno partecipato capi di stato e di governo provenienti da tutto il mondo “occidentale”, invitati a partecipare ed a solidarizzare con i francesi: qualcuno, di quelli che sottolineavano il pericolo islamico, non c’era, non era stato invitato; e così la Le Pen, in Francia, che ha fatto la sua marcia, nemmeno citata, nel sud della Francia, e Matteo Salvini in Italia: insieme sono stati considerati quasi i mandanti dell’attacco terrorista di Parigi. La distinzione secondo la quale non si può confondere l’azione isolata di alcuni fanatici con la religione islamica, non regge, è l’ennesima dimostrazione che questa classe politica non ha capito o non vuole capire che l’islam non è una religione come, per esempio, cristianesimo e buddismo che una caratteristica comune la trovano nell’umiltà, nel perdono, nella accettazione di “credo” diversi: nell’islam o si è musulmani o si è miscredenti e, in quanto tali, discriminati. Era così nel favoleggiato “secolo d’oro” della Sicilia dominata dai musulmani, era così nella Spagna dei mori quando si poteva professare il cristianesimo solo in privato e “pagando”, pena la morte. Oggi le grandi comunità cristiane del Medio Oriente, del Pakistan, dell’ Afghanistan o dell’ India sono ridotte ai minimi termini e gli appartenenti sono discriminati e vessati: tutto questo non per azioni di singoli esaltati ma per azione dei governi. Quindi smettiamola con le bugie, con gli slogan tipo “noi non abbiamo paura”. Magari sarà pure vero che i nostri governanti non hanno paura, ma noialtri “civili” non abbiamo le guardie del corpo della Boldrini (una a caso).

Elio Bitritto