Le partecipate, queste sconosciute!

poltronificioLe partecipate dagli enti locali sono le società in cui Regioni, Province e Comuni detengono quote societarie. Diversi gli ambiti in cui operano, tutti relativi a servizi pubblici come il mantenimento di strade, la gestione dei rifiuti e quella idrica, i trasporti. Cottareli ne ha censite 8.048 (anche se si ritiene possano essere oltre 10.000) e di queste 576 società fanno capo allo Stato, 5.258 a Regioni, Province e Comuni, più 2.214 “organismi di varia natura” come consorzi, enti, agenzie. Approfondendo l’analisi per i compiti, i costi ed i ricavi, ben 2.671 hanno più amministratori che dipendenti per un totale di 14.871. Ma siamo in Italia ed al teatro dell’assurdo: in ben 1.846 aziende pubbliche non è impiegato neppure un dipendente? C’è il CDA, ma non gli impiegati. Scatole vuote, utili per distribuire cariche (e stipendi) e mantenere i propri consigli di amministrazione. Tra quelle 1.846 società partecipate dagli enti locali più della metà (993) è in perdita, altre 240 hanno utili pari a zero. Qualche esempio: almeno 3mila partecipate hanno meno di sei dipendenti, e almeno 1.300 hanno un fatturato inferiore a 100mila; delle 220 aziende pubbliche che si occupano di «comunicazione», solo 11 fatturano più di 10mila euro, e una sessantina di loro non ha dipendenti, solo amministratori. Ma per «comunicare» cosa? E poi ci si meraviglia che a Roma (ma probabilmente sono tante altre le città con situazioni poco chiare) ci sia stato e continui ad esserci un sistema di corruttela così diffuso! Naturalmente la stampa “libera”, quella politicamente corretta, ha subito accostato la corruzione al sindaco Alemanno ed alla sua Giunta: sarà anche vero, la magistratura cercherà la verità (me lo auguro) ma anche il più sprovveduto dei cittadini capisce che un sismile sistema non nasce nell’arco di una sola amministrazione: è il risultato di anni ed anni di pervasiva infezione degli apparati comunali e, comunque, parlare di corrotti di destra o di sinistra non ha senso: sono delinquenti comnui e come tali vengano trattati. Tra l’altro è possibile che grazie alle leggi svuota carceri e “svuotacodicepenale” la grande maggioranza di questi se la caverà!

Elio Bitritto

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: