Giulio e Luigi Ciccarone, pittori in Vasto. Talento, tecnica e poeticità d’immagine

Si conclude oggi, alla Sala Colonna (Palazzo d’Avalos) di Vasto, una collettiva d’arte di pittura, ceramica e fotografia.
Fra gli espositori, di particolare rilievo è la pittura dei fratelli Giulio e Luigi Ciccarone. Li contraddistingue padronanza tecnica a supporto del talento innato, visionarietà e poeticità d’immagine.

Nell’occasione i due artisti, che paiono accomunati da una proficua simbiosi artistica oltre che umana, hanno mostrato anche dei quadri di dimensioni contenute su supporto cartaceo, di facile e gradevole lettura e fruizione, ispirati ad un ambiente naturalistico tutto vastese. Vele, sole e cielo nei collages di Luigi, strutturate con  stringhe cromatiche auto prodotte e ritagliate su cartoncino. Sabbia, giunghi e altra vegetazione dunale (con ritagli di mare in contrappunto tonale), inscenati da Giulio con densi acrilici, in una  sorta di gouaches descrittivi e insieme astrattizzanti.

Due talenti pittorici noti localmente, ma sicuramente non apprezzati e valorizzati a sufficienza. Di loro e della loro pittura torneremo ad occuparci in seguito, magari con una sorta di mostra virtuale per web.

Giuseppe F. Pollutri (www.scritturadarte.jimdo.com)