Renzi: – Forza Italia!

8bisrenzisenatoAscoltando Renzi al Senato, nel discorso di presentazione, di se stesso più che del “programma governativo”, abbiamo compreso meglio del perchè, palesemente, il “sindaco d’Italia” piaccia così tanto a Silvio Berlusconi. Renzi, come Berlusconi, interpreta la politica incentrandola decisamente sulla capacità di un uomo (ovviamente lui, se stesso); pensa che tutto si risolva con il coraggio, “la sfida” dell’ottimismo, con …”energia, entusiasmo e impegno”! L’applauso sfottente e grillino dei 5Stelle, ovviamente, ci sta tutto e nel copione di scena non poteva mancare.


Volendo, tutto questo potremmo anche ritenerlo promettente (come dire: proviamo anche questa e costui) nel difficile momento della vita economica e sociale dell’Italia, ma poichè il “discorso” e la riproposizione di un “Uomo solo al comando” (ieri l’altro Berlusconi, e oggi Renzi) proviene dal segretario del PD, quello che meno di un anno fa si presentava, nelle parole di Bersani, come “un partito senza padrone”, oggi lo stravolgimento ci sconcerta alquanto. Il “diversamente berlusconiano” (che è Matteo Renzi e non Angelino Alfano), nel suo discorso “a braccio”, enunciativo oltre che lacunoso, non ha fatto altro che dire di quanto “bella e importante”, di come “viva e capace” sia l’Italia nostra. Di come sia decisivo “l’ottimismo del fare” per rimettere tutto a posto. Che si farà ogni cosa presto e bene, e che – naturalmente – le farà lui. “Entro giugno”, ha precisato, aggiungendo che, così, ci presenteremo alla presidenza “decisiva” del semestre europeo e ci invidieranno tutti (… non sappiamo se Putin di Russia, ma di certo Obama d’America). Insomma: “Dobbiamo fare grandi sogni” e tutto sarà “ok”: dall’economia all’istruzione, all’occupazione, dalla cultura all’export, per gli industriali e per gli artigiani, per la bambina extracomunitaria che a 12 anni è ancora (tenuta?) in V elementare, e per quelli delle “unioni civili” (che s’hanno da fare, come e di qual genere siano)… Ed è sicuro – ha precisato – che così sarà (o dovrà essere) perchè questa “è l’ultima occasione”, poichè lui in questo “ci mette la faccia”!
Francamente: a me – uomo della strada e da queste parti ormai di passaggio – tutta la faccenda e questo dire ricordano, con insopprimibile disagio mentale, di quando il pd (non ancora “il partito di Renzi”) sbeffeggiava per tali e analoghi discorsi il Cavaliere, quello delle “promesse”, degli “effetti speciali” e dei televisivi “contratto con gli italiani”, reo non confesso di voler in tal modo “nascondere la crisi”…

7renzisenatoMa tant’è. Come dire che il mondo ruzzola sempre allo stesso modo, eppure non smette mai di stupirci con i suoi rapidi cambi di scena e con i Fregoli del momento. E così, da parte dei senatori …in via d’estinzione, a supportare il fumo non è mancato anche un convinto applauso finale. Sarà  – ho pensato – perchè siamo in tempo di Carnevale? Oppure perchè la politica, quando non corrotta, è diventata una recita a soggetto, e Renzi, in coppia con Berlusconi, chi a destra e chi a sinistra, ne sono i nuovi, post-moderni, interpreti?

GFP