Proibiti gli sfratti

untitledKomunisti? Peggio! L’ultima menata dei parlamentari Pd e SeL si è tradotta nella legalizzazione dell’esproprio proletario e mi spiego meglio. Questi signori hanno inventato la cosiddetta “graduazione amministrativa degli sfratti” secondo la quale gli inquilini morosi per i quali il giudice ha stabilito lo sfratto, potranno restare nell’appartamento affittato senza alcun onere a loro carico e senza che il proprietario dell’abitazione ottenga alcun compenso economico. Se il prefetto, infatti, giudicherà rilevante il disagio sociale degli inquilini, potrà bloccare la procedura di sfratto e impedire il ritorno dell’appartamento nelle mani del proprietario cui non sarà riconosciuto alcun compenso economico. Ora questi “ grandi puffi” (altrimenti non li si può definire) sono riusciti ad insultare non solo l’intelligenza degli italiani ma quella che magnificano come la “Costituzione più bella del mondo”. Infatti è appena il caso di sottolineare come il potere politico sopraffaccia il potere giudiziario in una invasione di campo che la Costituzione vieta; come se non bastasse questi grandi puffi eliminano quell’articolo della Costituzione ( il 42) che parla della proprietà privata “La proprietà privata è riconosciuta e garantita dalla legge, che ne determina i modi di acquisto, di godimento e i limiti allo scopo di assicurarne la funzione sociale e di renderla accessibile a tutti” (secondo comma) e “La proprietà privata può essere, nei casi preveduti dalla legge, e salvo indennizzo, espropriata per motivi d’interesse generale”(terzo comma). Questo non potrà più accadere per cui chi ha lavorato una vita per crearsi una fonte di reddito inteso come bene rifugio, si accorgerà di non aver lavorato per se stesso o per la propria famiglia ma per illustri sconosciuti che godranno dei suoi sacrifici! Questa è la sinistra italiana che così facendo ingenera la sfiducia nelle leggi e nella LEGGE, e, se non bastasse questa norma indecente, ingenera la sfiducia anche in chi vuole, vorrebbe, investire sul mattone contribuendo dunque ad un’altra coltellata alla già esangue economia italiana.

Elio Bitritto

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: